l'identità di clio - n. 4 di ottobre 2020

Fondato nel 2016, il nostro periodico online si è posto come obiettivo quello di offrire uno spazio dedicato alla storia senza nessuna preclusione mentale e culturale. Storia nella più ampia accezione del termine: esperienze diverse quali quelle antropologiche, storiche e geografiche convergono in un percorso coinvolgente ma rigoroso. Letture, idee e racconti costituiscono così la trama intorno alla quale si costruisce un percorso di informazione e interazione con chi ama prendere parte a nuovi dibattiti e approfondire aree tematiche differenti.

> Speciale | La famiglia florio: storia, personaggi e curiosità

Targa Florio

La Targa Florio: uomini e donne al volante per sfidare il...

La Targa Florio è la celebre corsa automobilistica che interessa la zona delle Madonie. Fu ideata da Vincenzo Florio in sostituzione della Coppa Florio, competizione automobilistica che egli concepì nel 1905. La manifestazione viene celebrata ancora oggi non solo attraverso il suo svolgimento annuale, ma anche attraverso i musei a essa dedicata. 
vincenzo florio targa florio

Vincenzo Florio: automobilismo, aviazione e ciclismo

Nato a Palermo il 18 marzo del 1883 e morto ad Épernay (Francia) il 6 gennaio del 1959, stando allo storico Vincenzo Prestigiacomo, il giovane rampollo di casa Florio avrebbe sviluppato la passione per i motori frequentando da giovane la casa del barone Guccia, primo palermitano a possedere un’auto.
Franca Florio e la cognata Giulia in carrozza al corso dei fiori nel 1906

Gli eventi mondani. Le feste di primavera della Belle époque dei...

Il gusto di sapersi divertire fu in gran parte una “invenzione” dei Florio. Con Ignazio e Franca  subentrava la meraviglia di uno stile di vita che coinvolse l’intera città. La pura ricerca del piacere estetico e dello sfarzo destò l’entusiasmo dei Reali in visita a Palermo e incontrò il favore dei viaggiatori, inserendo la città fra le mete turistiche meritevoli di essere frequentate.

> ultimi articoli

angelo becciu vaticano

Scandali in Vaticano

È di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato Papa Francesco alla decisione di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale. 

Cristoforo Colombo, l’uomo che scoprì l’America (e la modernità)

Cristoforo Colombo, originario della Repubblica di Genova, fu un esploratore e navigatore italiano, protagonista di una delle più grandi scoperte geografiche europee.
the Columbian exchange

Lo scambio colombiano: la scoperta di cacao e patate

Lo scambio colombiano di animali, piante, cultura e idee tra il Vecchio e il Nuovo mondo. La scoperta dell’America ha dato inizio a una serie di commerci tra le due sponde dell’Atlantico (tra cui quello di piante e animali) collettivamente noti come “lo scambio colombiano”.

> Il soffio di Eolo | Libri e cultura

gesualdo bufalino tesi palermo

Gesualdo Bufalino, la tesi ritrovata a Palermo

Durante i lavori di trasferimento del materiale custodito nell’archivio storico dell'Università di Palermo al convento seicentesco di Sant’Antonino è stata ritrovata la...
casellario politico centrale

La Sicilia e il casellario politico centrale

Il casellario politico centrale venne utilizzato come strumento di controllo politico-sociale per fronteggiare i partiti considerati sovversivi. A partire dal governo Crispi fino alla fine del fascismo, con particolare attenzione al contesto siciliano 
populismo nazionalismo

Il declino dello Stato e il ritorno dei populismi

Alla fine del ventesimo secolo, un lento e inesorabile declino ha iniziato a corrodere l’essenza stessa dello Stato, convertitosi agli occhi di molti nel peggiore nemico del bene comune. Eppure, è proprio in questo lasso di tempo che iniziano a diffondersi a macchia d’olio dei movimenti spontanei che avrebbero dovuto cambiare le sorti del mondo. O, almeno, così si pensava allora.
Maria Accascina arte sicilia

“Pares inter pares”: Maria Accascina e lo studio delle arti applicate...

Maria Accascina, la giovane studiosa che voleva “vedere e rivedere”. Il ritratto della donna che, a inizio del Novecento, indagò, scoprì, catalogò, pubblicò e diede lustro alle arti applicate in Sicilia. Donna volitiva e brillante, pasionaria indagatrice d’arte, l’Accascina aveva infatti intrapreso la difficile strada dello studio delle arti applicate seguendo l’insegnamento venturiano del “vedere e rivedere”, cioè dell’indagine in presenza dei manufatti, lontana dalla stantia e più superficiale trattazione antiquaria ottocentesca.

Il ruolo di Carlo Aragona Tagliavia nel libro di Lina Scalisi

È il titolo stesso del libro di Lina Scalisi -  Da Palermo a Colonia. Carlo Aragona Tagliavia e la questione delle Fiandre (1577-1580) (Viella, 2019), a offrire al lettore la chiave più adatta per entrare nel centro dell’argomento, nel cuore del problema affrontato dall’autrice. Lina Scalisi mette al centro del suo lavoro la biografia di Carlo Aragona Tagliavia. Erede di un vasto complesso patrimoniale, lascia i suoi feudi, si reca presso le corti di Bruxelles, Londra, Valladolid, Madrid, partecipa a campagne militari, è sostenuto da personaggi di primo piano come il Los Cobos, il Granvelle, Antonio Pérez.

Il potere visibile e quello invisibile

Ma, se il potere invisibile finisce per diventare un mezzo di sussistenza dei partiti (che della democrazia rappresentativa sono espressione), allora diventa assai difficile riuscire a scardinare il meccanismo di complicità e connivenze che ha caratterizzato con certezza (come possiamo ormai dedurre dai numerosi documenti) gli ultimi quarant’anni di storia italiana. E che, con altrettanta certezza, continua a caratterizzarla, in attesa che altri scandali, altre morti derubricate a suicidi, altre stragi di Stato rimaste irrisolte vengano a galla. È in questo quadro di misteri, morti sospette, valigette scomparse che va collocato questo articolo, alla vigilia dell’uscita – per New digital frontiers – del libro di Alberto Di Pisa, Morti opportune.

> il personaggio

> un ponte per l'europa

> storia e attualità

belle epoque

La Belle époque: età di invenzioni e di morte

Con il termine di Belle époque si fa riferimento a quell’arco temporale che coinvolse l’ultimo ventennio dell’Ottocento fino alla prima guerra mondiale (1914-1918)

Columbus day: una ricorrenza per celebrare la scoperta dell’America

Il Columbus Day, ovvero il giorno di Colombo, è una ricorrenza celebrata in molti paesi delle Americhe e del mondo, per commemorare il giorno dell'arrivo di Cristoforo Colombo nel Nuovo Mondo, il 12 ottobre 1492.

articoli più letti

La scoperta dell’America e l’arrivo dei conquistadores nel Nuovo mondo

La scoperta dell’America (1492)  portò ad un ampliamento delle rotte commerciali per le potenze europee. Il Mediterraneo, che tradizionalmente era stato luogo di scambio...

L’epilogo dei Florio: quando i miti fanno velo alla storia

La liquidazione – negli anni Trenta del ‘900 – del patrimonio e di tutte le attività dei Florio, i più importanti commercianti, imprenditori e...

Tommaso Buscetta: un collaboratore tra luci ed ombre – Capitolo 2

La redazione de “L’Identità di Clio” da oggi e per i prossimi giovedì, pubblica il secondo di cinque capitoli dedicati alla ricostruzione della delicata...

cineclio

Il cinema e le vacanze

La sociologia moderna ci insegna a guardare l’arte (compreso il cinema, ovviamente) per conoscere meglio il nostro mondo: scoprendo come, attraverso il piccolo e il grande schermo, l'idea che abbiamo di “pausa estiva” sia radicalmente cambiata nel corso dei decenni.

Cinema, i primi cinquant’anni del Giffoni

“Di tutti i festival del cinema, Giffoni è il più necessario”: pronunciata nel 1982 dal regista francese François Truffaut, questa frase omaggia l’unicità del Giffoni film festival, la kermesse internazionale dedicata al cinema per ragazzi, giunta quest’anno alla sua cinquantesima edizione.

Fellini, la visione, la trasfigurazione

Per il centenario dalla nascita del maestro, la retrospettiva di Rai Movie Nell’ambito dei festeggiamenti per il centenario dalla nascita di Federico Fellini, Rai Movie sta dedicando al grande regista una retrospettiva dal titolo “Fellini, realista visionario”.