All’Orto botanico, da oggi al 27 settembre, torna il festival dell’editoria indipendente

Dibattiti, reading, presentazioni, concerti, e laboratori per ricominciare a sfogliare insieme i libri, per trasmettere il segnale di un mercato editoriale pronto a ripartire.

Dopo mesi di chiusura, la manifestazione – promossa da CNN Piazza Marina & dintorni, dalla libreria Dudi e dagli editori Navarra e Sellerio – vuole riportare in sicurezza gli appassionati a contatto con i testi, gli autori ed i lavoratori del settore.

Sarà un’undicesima edizione razionalizzata negli spazi e ridimensionata nel numero degli appuntamenti previsti, ma non per questo meno ricca di contenuti.

Gli ingressi saranno contingentati attraverso la prenotazione obbligatoria dei biglietti (massimo 350 ogni due ore, sette turni quotidiani), con percorsi obbligati tra gli stand per permettere ai visitatori di godere appieno delle varie sfaccettature di una quattro giorni carica di volti e parole.

Dedicato ai più piccoli, lo spazio Dudi riconferma anche quest’anno l’attenzione degli organizzatori nei confronti dell’editoria per l’infanzia. Per i bambini è infatti previsto un programma specifico, colmo di laboratori ludico didattici, letture animate e spettacoli dal vivo. A questo settore si affiancano quelli dedicati ai lettori adulti, con le iniziative legate alla letteratura poliziesca racchiuse nel contenitore de “I commissari di carta” e quelle connesse alle tematiche LGBT con “Il volto delle streghe”.

Previsti inoltre settori dedicati all’interazione tra editoria e altri media, come cinema e musica. Proprio “Marina Rolls”, ideata da Matteo Di Gesù (parte del comitato scientifico della manifestazione con Salvatore Ferlita, Masha Sergio ed il direttore artistico Piero Melati), è la nuova rassegna tematica di quest’anno, focalizzata su una serie di libri musicali, che racconteranno le grandi donne del Soul e le Rocket Girls. 

Il tema di quest’anno, “Mondimperfetti”, capovolge il paradigma della percezione sociale, mostrando l’imperfezione come occasione di confronto, sinonimo di una diversità capace di arricchire l’individuo attraverso le differenze che contraddistinguono gli esseri umani.

Per questo, tra le letture della rassegna tematica “gli scrittori che ci mancano”, insieme con gli scomparsi Michele Perriera, Amelia Rosselli e Flannery O’Connor, verranno ricordati Ray Bradbury e Isaac Asimov, due grandi padri della fantascienza e creatori di universi distopici. Per l’altra rassegna tematica, “Donne in amore”, a tenere banco saranno invece i racconti delle eroine dell’antica Grecia e di Moby Dick.

“Una marina di libri” è un appuntamento culturale costruito grazie alla partecipazione di oltre settantacinque realtà editoriali nazionali, dalla saggistica di New Digital Frontiers/UnipaPress ed Il Palindromo, fino alle graphic novel per ragazzi edite da Tunué.

Sponsorizzata dall’Università degli studi di Palermo, con il sostegno dell’assessorato regionale ai Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, dell’assessorato alle CulturE del Comune di Palermo e dell’ARS, questa manifestazione rappresenta un ulteriore tassello nel mosaico della ripartenza culturale in questa fase di convivenza con il Covid-19.


Il Programma

Acquista il biglietto

Lascia un commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.