A causa della pandemia l’attesa manifestazione, in programma dal 23 al 27 aprile, cambia forma:già quindicimila gli utenti per le anteprime online

Lo sconforto è una tentazione che non ha preso piede: l’isola letteraria nel cuore del centro storico di Palermo muta forma ma non si arrende.

Le disposizioni governative per la limitazione del contagio non permettono il consueto svolgimento dell’appuntamento con il libro lungo il Cassaro e il comitato scientifico sterza verso le piattaforme on line. 

È tutto pronto per il taglio del nastro virtuale del 23 aprile per dare inizio alla quinta edizione dell’evento culturale che celebra la giornata mondiale del libro e del diritto d’autore istituita dall’Unesco, che dal 1996 promuove la lettura, la pubblicazione dei libri e la tutela del copyright.

Un calendario fitto di appuntamenti sui social in cui il pubblico sarà indirizzato, tra dirette e video, alla lettura di testi che costituiscono il percorso de “La Via dei Librai 2020#lacittainternazionale“,  insieme a chi aveva già formulato la propria adesione al programma.

I numeri fanno ben sperare: le prove generali, nelle giornate del 9 e del 16 aprile, si sono concluse infatti con 15 video online che hanno totalizzato 15 mila visualizzazioni con 3500 interazioni social. Il livello di interesse, anche sul web, resta sempre alto. 

Non mancheranno le letture ad alta voce per bambini di Maria Romana Tetamo, i dialoghi con gli autori e, ovviamente, le presentazioni dei libri. 

«L’intenzione è che La Via dei Librai web rimanga stabilmente come spazio continuo tra un’edizione e l’altra, fruibile da tutti, per poi ritornare su strada» afferma Giuseppe Scuderi, componente del comitato scientifico. 

L’impegno per la promozione della cultura del libro quindi non si ferma. #Iorestoacasa si sta dimostrando una grande opportunità per tutti, piccoli e adulti, per riprendere libri dagli scaffali, per ritrovare il tempo più ampio per la lettura, e, nell’epoca della comunicazione social, condividerla in varie forme: le letture ad alta voce, i suggerimenti di titoli e le disponibilità di testi online, non solo in versione cartacea. 

Il circuito delle librerie indipendenti palermitane è rimasto sempre al fianco del lettore fornendo tutti i mezzi a disposizioni per soddisfare la sana astinenza di chi vuole leggere. I servizi a domicilio continueranno per molto tempo e saranno utilizzati anche nel corso della manifestazione letteraria.

“Proponiamo, a booklovers e non, di ascoltare/guardare e condividere la lettura di qualche pagina, le interviste agli autori, di visualizzare le copertine dei libri e molte altre idee sul tema. Per arrivare preparati alla quinta edizione de La Via dei Librai su strada, che, ne abbiamo la certezza, sarà una grande festa per Palermo liberata, cominciamo a percorrerla già adesso. Insieme, con un libro tra le mani”, dichiarano i componenti del Comitato scientifico della manifestazione, Francesco Lombardo, Giulio Pirrotta, Giuseppe Scuderi con Giovanna Analdi, presidente dell’Associazione Cassaro Alto.

I canali ufficiali sui quali sarà possibile seguire le iniziative sono la pagina Facebook La Via dei Librai e i siti  www.laviadeilibrai.it e www.ballarosignificapalermo.it  

La Via dei Librai è promossa dal Comitato La via dei Librai, in collaborazione con l’Associazione “Ballarò significa Palermo” , dall’“Associazione Cassaro Alto” e dal Comune di Palermo, con il patrocinio della “Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco”, del “Centro per il Libro e la Lettura” del Ministero dei Beni Culturali, del “Maggio dei Libri”, e della Regione Siciliana e con il supporto di Confcommercio Palermo.

> Clicca qui per consultare il palinsesto

 

Lascia un commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.