Una tenda di velluto rosso separa il confine tra due mondi letterari, tra l’essere e l’apparire, tra la vita pubblica e quella privata. In otto metri quadri di spazio, all’interno di Prospero, la sua enoteca letteraria, Cinzia Orabona apre Facsimile, un elegante spazio interamente dedicato all’erotismo.

Dalla graphic novel alla saggistica, dai cataloghi d’arte ai sex toys, l’enoteca letteraria di Cinzia Orabona si apre all’eros con Facsimile

A Palermo “Facsimile” è la prima boutique erotica pensata per essere vissuta come un momento di scoperta del piacere attraverso la lettura dei grandi classici della letteratura erotica ma anche della conoscenza degli oggetti sessuali, per uomini e per donne. 

È uno spazio chiuso, intimo, animato da piume e lampade stile liberty, foto d’epoca e libri da sfogliare seduti comodamente su un divano vintage in velluto.

Leggi anche: «Lavorare insieme è meglio per tutti». Da nord a sud soffia il vento delle librerie toste

Perchè Facsimile?

Facsimile Prospero Palermo Cinzia Orabona

Già il nome dato lascia spazio all’immaginazione: perché Facsimile è un gioco di parole per  lasciare intendere ciò che somiglia ma che esattamente non è.

«È un’idea che mi frulla in testa almeno da sei anni. Volevo aprire una boutique erotica a Palermo perché secondo me i sexy shop sono squallidi, anche quando vi si entra per fare regali goliardici per gli addii al nubilato o al celibato. Invece qui voglio dire: se non capisci tu cosa ti piace, non ti potrà mai piacere quello che succede in coppia», commenta la titolare.  

Tra libri nuovi e usati, la scelta letteraria della proprietaria di Prospero è frutto di una ricerca certosina di titoli introvabili e di grandi classici: da Anais Min a Henry Miller, e ancora la collana Esse di MC editrice, da Fandango libri a Maori edizioni con la giornalista e scrittrice palermitana Delia Vaccarello, scomparsa di recente, attivista per i diritti LGBT, e poi Eve Esler con “I monologhi della vagina” edito Il Saggiatore.

Facsimile, non solo libri

Non solo libri, perché in boutique si troveranno oggetti per alla scoperta del piacere. Ma, come tiene a sottolineare Cinzia, solo prodotti di qualità che possono essere così conosciuti e visti di presenza anziché affidarne la scelta a un click, senza l’ausilio di qualcuno prima dell’acquisto. Qui ci sarà lei a dispensare consigli. 

Ma Facsimile vuole essere più di un semplice angolo erotico-letterario.
«Farò dei corsi di consapevolezza sessuale, organizzerò incontri con esperti, fisioterapiste, per scoprire ad esempio come fare gli esercizi di Kegel per allenare il pavimento pelvico, utile a prevenire l’incontinenza urinaria o il prolasso, e incontri per riconoscere il piacere», spiega Cinzia Orabona. Che intende soddisfare le conoscenze di chi entrerà in boutique passando innanzitutto da un’educazione sessuale come conoscenza del sé per stare bene con l’altro. 

Lo spazio rispetta le normative anti covid-19, quindi sarà necessario l’uso della mascherina e vi si potrà entrare due alla volta.  Agli scettici, Cinzia Orabona lancia un consiglio: «Venite, anche solo per curiosare».

Lascia un commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.