Home Andare per scaffali Understanding Matter – vol.1 Perspectives in Modern Philosophy – Vol. 2 Contemporary...

Understanding Matter – vol.1 Perspectives in Modern Philosophy – Vol. 2 Contemporary lines

210
I primi due volumi della raccolta Nodi, Collana di storia della Filosofia, diretta da Andrea Le Moli, Professore associato di storia della Filosofia presso l’Università degli studi di Palermo, entrano dritti in uno dei temi principali della tradizione filosofica occidentale. Understanding Matter il titolo delle due collettanee curate dallo stesso Andrea Le Moli e da Angelo Cicatello ricercatore presso l’ateneo palermitano nel settore gnoseologico e della filosofia teoretica. Le due edizioni, vogliono offrire al lettore una panoramica diacronica all’interno della tradizione filosofica su un nodo cruciale, la materia, concentrandosi sull’apporto che i filosofi hanno dato per quanto concerne la sua natura, la sua essenza ed essentità. Come la conosciamo? E’ percepibile mediante i sensi? E’ legata al fenomenico o esiste dell’altro? Queste le domande che i pensatori si posero nel corso dei secoli, alla quale diedero risposte differenti, creando vere e proprie correnti di pensiero filosofico, con approcci e presupposti epistemologici opposti, dal materialismo all’idealismo. Ed è attraverso l’indagine nella speculazione filosofica tradizionale, che i ricercatori e le ricercatrici di filosofia e delle scienze ad essa affini, provano a gettare nuova luce in questo campo della conoscenza. La prima perla della collana, dal sottotitolo Prospectives in modern philosophy, raccoglie ragionamenti legati alla filosofia naturale in età moderna con contributi che riflettono sul senso della “materia” per autori quali Giordano Bruno, Campanella e Gilbert e come questi dialogarono nel loro tempo con la tradizione platonica da una parte e con la scolastica di matrice aristotelica dall’altra, senza tralasciare il filone di pensiero che nello studio della materia si direziona verso l’occulto, il magico e lo stregonesco. Si passa poi allo studio di come venne affrontato il tema della materia durante la rivoluzione scientifica, con il tentativo di matematizzare la realtà attraverso leggi, che fossero universali, compresa quindi la natura fenomenica e noumenica della materia. Si ripercorre il pensiero di filosofi come Leibniz, le riflessioni sulla res extensa cartesiana e l’opposizione materia e corpo in Spinoza. Il volume conclude il suo percorso di evoluzione storica e di riflessione sulla natura della materia tentando di tracciare le linee guida della filosofia romantica legata a Goethe e proponendo alcuni saggi di riflessione su Schelling e dei rapporti tra il pensiero del filosofo con quello della concezione Hegeliana di materia. Entrando nel Secolo breve, l’evoluzione della scienza moderna, le scoperte della fisica contemporanea, il dibattito sulla determinazione ultima della realtà materiale nell’ambito della fisica relativistica e quantistica, hanno sancito la riduzione a questione meramente linguistica la speculazione filosofica del concetto di materia. Questo è stato spesso ribadito in specie, e non solo, dalla filosofia neopositivista. Ed è da questo presupposto che partono le linee di riflessione tracciate dal secondo volume della Collana. Contemporary lines, infatti è il significativo sottotitolo, che partendo dal rapporto fatto/immagini, parole e realtà delineato nell’opera divenuta ormai un classico del pensiero filosofico, il Tractatus di Wittgenstein, si diramano delle linee di riflessione ontologica e fenomenologica della natura materiale nel pensiero dei principali filosofi contemporanei. In ultima analisi, la filosofia contemporanea allontanandosi da una speculazione puramente concettuale sulla materia, con poche eccezioni (tra le quali Edmund Husserl che ne dà un’analisi fenomenologica), ha forse segnato una cesura concettuale. La tematica trattata all’interno dei due volumi rappresenta una così fondamentale questione che la storia della filosofia può essere vista anche come un continuo susseguirsi di sistemi filosofici nei quali alla materia è stata spesso opposta una qualche altra sostanza o manifestazione dell’essere di natura non materiale, scandendo così uno dei possibili ritmi dell’evoluzione diacronica dell’intera tradizione filosofica occidentale.
Se siete interessati ad acquistare questo volume inviate una e-mail a ndfeditore@gmail.com per procedere alla prenotazione della vostra copia.
Lascia un commento