Con precauzioni e misure di sicurezza, la manifestazione recupera il proprio spazio lungo il Cassaro Alto

Due isole letterarie e uno spazio cinema (all’interno di villa Bonanno) nel cuore di Palermo.

Appuntamento domani, sabato 5, e domenica 6 settembre per la seconda e ultima parte de “la via dei librai 2020”, che ritrova finalmente la propria sede naturale: la strada.

La parte alta del Cassaro torna ad essere il salotto letterario del capoluogo siciliano, ospitando il secondo segmento della manifestazione iniziata sul web ad aprile. Il libro torna ad essere occasione di incontro, bussola per percorrere le strade del racconto, in luoghi carichi di storie da narrare ad una comunità affamata di pagine e parole da vivere insieme.

Intitolate a Leonardo Sciascia (piazza Bologna) e Salvatore Quasimodo (via Collegio del Giusino), le aree deputate a eventi e presentazioni librarie vogliono essere porti sicuri in cui incontrarsi e ritornare a relazionarsi nel rispetto delle norme anticovid.

Autori, editori, librai, operatori del settore, lettori e semplici curiosi diventano così parte di un’unica entità culturale ed economica, cui si affiancano i commercianti del Cassaro coinvolti nella kermesse. Realtà produttive che questo appuntamento vuole cercare di rimettere in moto dopo i lunghi mesi di isolamento. L’identità della città e dei suoi abitanti come punto di partenza per comprendere chi siamo e da dove veniamo, guardando al passato senza tralasciare il presente.

Nel solco di questa ricerca, inevitabilmente condizionata dalla convivenza con il coronavirus, si muovono i libri selezionati dal comitato scientifico della manifestazione (composto da Giuseppe Scuderi, Giulio Pirrotta e Francesco Lombardo).

Decine di storie diverse e altrettanti modi di raccontare una città, una regione e un popolo, visti attraverso le vite di tanti protagonisti e di altrettanti autori.

Domani, alle 17, in via Collegio del Giusino, Alberto Di Pisa parlerà di scomode morti eccellenti ed apparentemente accidentali nel suo “Morti opportune” (collana Cronache dell’Identità di Clio – Ndf).

Alla presentazione, a cui sarà presente l’autore, interverranno Salvatore Di Piazza, Andrea Le Moli, Antonino Giuffrida.

Domenica  6 settembre alle 18, Piazza Bologna ospiterà invece la presentazione del libro di Leoluca Orlando, “Il tempo dell’elefante“, ancora per la collana Cronache de L’identità di Clio – Ndf. Un percorso di memoria di persone incontrate nel corso dei decenni di carriera politica.

Interverranno Piero Longo, Andrea Le Moli, Antonino Giuffrida. Sarà presente l’autore.

Percorsi accomunati, in questi due giorni, da un unico modo di vivere la narrazione: lungo le strade degli antichi librai, nelle piazze e nei vicoli di una città in cerca di una nuova normalità.

 

Lascia un commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.