Dai professionisti agli amatori, dal cinema ai cartoni giapponesi, passando per il cibo e la moda: ecco come lo schermo (in ogni sua declinazione) entra nel quotidiano

Bisogna restare a casa. 

Studiare da casa, allenarsi a casa e ove possibile lavorare da casa. È necessario imparare a vivere gli spazi abitativi in maniera nuova, ritrovando l’equilibrio di una condivisione con gli altri non sempre facile, soprattutto per i più giovani. 

Confinate tra le mura domestiche, le tribù digitali del nuovo millennio vedono internet come unica finestra sul mondo e, ora più che mai, si rivolgono alla rete per capire e sopportare i cambiamenti repentini degli ultimi giorni. Dall’altro lato, il web ed i suoi protagonisti si adattano alla nuova situazione attraverso iniziative rivolte alle tante anime della società digitale. 

Dove i canali ufficiali di radio, cinema, teatro e letteratura rispondono alle necessità attuali attraverso l’iniziativa “L’Italia chiamò” (promossa dal ministero dei Beni culturali e ambientali), la rete si mobilità in proprio, muovendosi sul piano dei follower, dei canali e delle star, reali o presunte. Dalle grandi voci del panorama nazionale, come Nek e Jovanotti (che ogni giorno si connettono a turno sui social per intrattenere il proprio pubblico), agli artisti locali, i cui social vengono costantemente aggiornati con cover e improvvisazioni anche per i più piccoli, con brani tratti dai film d’animazione della Disney. 

L’uomo è un animale sociale e l’esistenza della community testimonia come la distanza individuale possa essere combattuta anche attraverso lo schermo di un laptop, di un tablet o di uno smartphone. In questo senso, il mondo delle comunità virtuali si sta rimodellando rapidamente, rispondendo ai nuovi bisogni degli utenti. E, se la cultura non si ferma, non lo fa neanche l’intrattenimento. 

Due gruppi di comici palermitani, I Soldi Spicci e I Sansoni, si uniscono per dare vita ad un talk show sul web dal nome #restoacasashow. Altri youtuber – come Sofia Scala e Luigi Calagna, autori del canale per bambini “Me contro te” – hanno incrementato la propria presenza in rete per tenere occupati i più piccoli. E poi i canali Rai Gulp e Rai YoYo, una grande mano ai genitori, oggi più che mai. 

Questa dinamica di “incursione online” nella quotidianità include anche il mondo del gaming a quello del food, della moda e quello della comicità demenziale. 

Nel campo della cucina, il canale di Giallo Zafferano ha organizzato per le prossime settimane una turnazione costante dei propri cuochi, sia professionisti che amatoriali. Insieme alle ricette, è stato incrementato un numero maggiore di video diari inviati dai follower: una una programmazione interattiva quasi costante e parallela rispetto a quella dei canali tradizionali. 

Nel campo del doppiaggio e dei videogiochi, un mondo che attrae moltissimi adolescenti, troviamo alcune iniziative decisamente particolari. Tra cui quella del doppiatore milanese Maurizio Merluzzo, che prende una pausa dalla sua usuale ironia ininterrotta inserendo tra le gag comiche dei video, risposte serie e puntuali sulla situazione che l’Italia sta attraversando. 

Proprio per affrontare questa difficoltà dei più giovani nell’accettare il necessario cambiamento delle proprie abitudini, un nutrito gruppo di blogger e doppiatori specializzati in anime (i cartoni animati giapponesi), tra cui le voci di “My hero academia”, hanno lavorato sul montaggio di un breve filmato. Un prodotto costruito con spezzoni di repertorio, affinché il messaggio sull’importanza del restare a casa venga veicolato ai ragazzi dai personaggi cui gli autori del progetto prestano la voce. 

Nel mondo dei giochi da tavolo, molte della case produttrici hanno iniziato a proporre sessioni interattive dei propri titoli attraverso canali social, coinvolgendo gruppi di ragazzi su piattaforme digitali, mentre i piccoli blog degli appassionati accompagnano i propri follower in un percorso di riscoperta di giochi classici e moderni adatti a tutta la famiglia.

Infine, da citare la pagina @giffoni_experience, creata da giovani giurati ed ex giurati della manifestazione cinematografica partenopea, che lancia le iniziative #giffoniaunmetrodate e #iorestoacasa_cineforum. Il primo è una finestra di condivisione dove cineasti, tecnici ed appassionati possano parlare di cinema con i giovani utenti. Il secondo è un vero e proprio cineforum retrospettivo digitale, nel quale vengono esaminati e discussi dai ragazzi temi e contenuti dei film proposti giornalmente sulla pagina stessa. Un modo alternativo per non smettere di vivere il cinema nonostante la chiusura delle sale.

 

Lascia un commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.